Santi e Beati
La tomba del Sottotenente Lamberto nel Cimitero di Gorlowka UcrainaQuella di Tancin Lamberto è una delle tante “morti bianche”, che pure 90 anni fa si registravano in cantieri ed officine. Già al lavoro alle prime luci dell’alba, come da sua abitudine di lavoratore indefesso che ha tante bocche da sfamare, quel mattino del 31 luglio 1930, è un giovedì, precipita dall’impalcatura che sta montando in via San Biagio, nel cantiere della casa in costruzione del “mulinè” Garelli. Sono appena le 7,30 del mattino: il volo di sei metri non gli lascia scampo e così ai primi soccorritori altro non resta che constatarne il decesso, a 41 anni appena. Tancin arrivava da Cherasco, frazione Cappellazzo, con moglie e il più grande dei figli al seguito (i primi due erano tornati quasi subito in paradiso), conquistandosi a Centallo la fama di uomo onesto e di buon cristiano, che cerca di conciliare il suo lavoro di muratore con il servizio di organista della mitica cantoria parrocchiale di Materin Tonello e Giuanin Sereno. Nella stagione invernale, poi, quando il gelo impedisce o limita fortemente l’attività dei muratori nei cantieri, arrotonda lo stipendio proponendosi come accordatore di pianoforti a domicilio, come testimoniano alcuni suoi annunci pubblicitari, pubblicati sul nostro giornale alla fine degli Anni Venti.  D’altronde, ricordano i “suoi” cantori, Tancinha “un buon orecchio” ed è un vero peccato non abbia potuto coltivare con lo studio il suo talento musicale innato.

segue


poi qui la 2^ parte

































Share this post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

  Consulenza assicurativa
 
  Dott. Simone Dalle Molle

  +39 3479446717
  +39 3932275711
  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  skype: simonedallemolle