Sonetti 2005-2009
IL  FINE PENA

La prima cosa è andare a salutare Morena (che lavora) in cassa/ ma non la vedo e chissà dov’è;/ ma poi la ritrovo giusto al momento di pagare,/ così posso salutarla e poi ci vedremo a cena.//  Secondo (appuntamento) è andare a trovare Marco che non sta bene in salute,/ è in cucina molto impegnato a lavare/ un grosso polipo da affettare e cucinare;/ ma il campanello squilla e mette fine ai discorsi tristi.//  Eravamo soli, uniti nella tristezza/ per le macchine guaste (la salute di Marco e qualche difetto tecnico della sua automobile), ma poi s’apre/ la porta ed entra in casa un sorriso che la fa dimenticare.//  E’ (quasi) primavera, così tra lampi e tuoni/ si chiude la giornata e la mattina dopo se ne apre un’altra:/ “Non ti preoccupare, sono i carboni…”. (Morena dorme altrove, io resto a casa di Marco, il quale soffre di aerofagia che deve trattare appunto con i “carboni”).

audio-icon-35.jpg 




 
 colosseo.png   
   
    ER  FINEPENA
 


La prima è dd’annà in cassa da Morena

che nu’ la vedo e chi lo sa ‘ndo sta;

ma ll’aritrovo giusto pe ppagà,

poi salutàlla e sse vedémo a ccena.

 

Siconno trovo Marco che sta in pena,

trafelato in cucina a sciacquettà

‘na bestiaccia de porpo da trità;

ma ‘r campanello squilla er finepena.

 

Stavàmio soli, inzieme a la tristezza

pe lle màchine guaste; ma ppoi s’òpre

la porta e vviè un zorìso che la spezza.

 

E’ primavera, sì ttra llampi e ttòni

se chiude la giornata e ss’ariòpre:

“Nun te prevoccupà, ssò li carboni…”.

   

Milano, dom.  2  marzo 2008

 

Visita a Morena e a Marco, nella loro nuova casa






Share this post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

  Consulenza assicurativa
 
  Dott. Simone Dalle Molle

  +39 3479446717
  +39 3932275711
  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  skype: simonedallemolle