Sonetti 2005-2009

NON FACCIAMOCI INGANNARE

 

Tra le cose più piacevoli da guardare/ si trova certamente la rugiada,/ quella che osservi nelle prime ore, più o meno/ illuminata dal sole che tenta di sorgere.//  E’ possibile che non vi si ponga attenzione/ per l’abitudine di agire frettolosamente,/ però (la rugiada) resta un fenomeno da gustare,/ molto utile se la si vede come un battistrada (segno, segnale, primizia).//  Magari si rivela dissetante (piacevole, utile),/ anche per l’erba dei campi e per gli animali,/ o in tanti altri casi che qui è inutile citare.//  Però adesso è chiaro, per noi che di solito siamo distratti e superficiali:/ non dobbiamo farci ingannare, perché sicuramente/ è meglio (più soddisfacente) abbeverarsi alla fonte. 
   

audio-icon-35.jpg 





 

colosseo.png
  NUN ZE FAMO FREGA’  

Tra le cose sfizziose da guardasse
ce trovi senzameno la ruggiada,
quella che smicci presto, fitta o rada
de lùsce, quanno er zole prov’a’rzasse.  

E’ ffàscile che uno nun ciabbada
pe ll’abbitudine a scapicollasse,
però è ssempre ‘na cosa d’aggustasse,
bell’e bbòna si ffa’ da bbattistrada.  

Ammagara ciai sete e t’arinfresca;
l’erba ce gode e ll’animale puro,
più artri bbèni da vattelappesca.  

Ma mmo è ppiù cchiaro pe nnoi, gente tonte:
nun fàmose fregà, che dde sicuro
è mmejjio abbeverasse da la fonte.                                                                       

Roma, mer. 30 aprile 2008
 
le cose della vita sono fragili e precarie come rugiada,
 dunque la cosa migliore è non accontentarsi...






Share this post

Submit to DeliciousSubmit to DiggSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TechnoratiSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

  Consulenza assicurativa
 
  Dott. Simone Dalle Molle

  +39 3479446717
  +39 3932275711
  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  skype: simonedallemolle